CASAGIT

SMOG: 84mila morti ogni anno.

SMOG: 84mila morti ogni anno.

28 dicembre 2015 - Complice il clima anomalo, l'assenza di pioggia, le temperature sopra la media, il traffico e il riscaldamento domestico, lo smog è tornato prepotentemente ad assediare le nostre città e a minacciare la salute pubblica. Secondo il Cnr l'inquinamento atmosferico provoca ogni anno nel nostro Paese oltre 84mila morti premature ed è associato a mortalità per malattie cardio-respiratorie, tumore al polmone, ricoveri ospedalieri per malattie respiratorie (compresa la polmonite) e per asma, rinite allergica, riduzione della funzione respiratoria. Per questo è importante mettere in campo azioni sinergiche tra provvedimenti pubblici e comportamenti individuali consapevoli finalizzati alla riduzione dell'inquinamento dell'aria  e dell'esposizione personale. Per fare ciò sul sito dell'Istituto superiore di sanità è stato pubblicato il decalogo con le 10 regole da adottare durante le emergenze inquinamento: per quanto riguarda i mezzi di locomozione, si raccomanda di usare i mezzi pubblici ed evitare l'auto. Se si deve usare l'auto, non viaggiare da soli e se proprio non si hanno alternative rallentare di almeno 10 km/h rispetto ai limiti di velocità. Non parcheggiare in doppia fila: creare un ingorgo aumenta anche l'esposizione all'inquinamento. Per quanto riguarda il riscaldamento, controllare che sia spento prima di andarsene dall'ufficio; chiudere quello di casa se si va in vacanza; abbassare il riscaldamento di 1-2 gradi e mettere un maglione in più; limitare l'uso della legna per il riscaldamento. Gli ultimi due consigli sono dedicati alle attività fuori casa e alla riduzione dell'esposizione all'inquinamento: limitare gli sport e i giochi all'aria aperta e tenere al riparo bambini, anziani e chi è affetto da patologie respiratorie e cardiovascolari nelle ore di maggior traffico.


TWITTER

NEWSLETTER

La newsletter di Casagitservizi consente di ricevere tutti gli aggiornamenti del sito.