CASAGIT

Sanità: OMS, con prevenzione evitabili 16 milioni di morti

Sanità: OMS, con prevenzione evitabili 16 milioni di morti

21 gennaio 2015 - La prevenzione potrebbe salvare ogni anno 16 milioni di persone. Morti che si verificano prima dei 70 anni e legate a malattie non trasmissibili come diabete, tumori e patologie cardiovascolari. Lo rivela un rapporto dell'OMS, l'Organizzazione mondiale della sanità, che sollecita i governi a promuovere con urgenza piani specifici per la prevenzione. Con uno sforzo economico assolutamente sostenibile (da uno a tre dollari l'anno a persona) è possibile "ridurre considerevolmente la mortalità dovuta alle malattie non infettive", ha spiegato Margaret Chan, direttore generale dell'Oms.

Le morti premature possono essere scongiurate promuovendo politiche contro il fumo e l'abuso di alcol, incentivando stili di vita salutari, estendendo le cure sanitari universali. Per l'Oms lo sforzo maggiore deve essere fatto soprattutto nei Paesi a medio e basso reddito, dove i decessi evitabili dovuti a malattie non trasmissibili sono l'82% del totale.

Il piano d'azione in nove obiettivi, lanciato dall'Oms nel 2013 per ridurre entro il 2020 del 25% il numero dei decessi prematuri, ha già ottenuto dei risultati in Paesi come Turchia, Ungheria, Argentina, Brasile, Cile, Canada Messico e Usa.

I principali killer della salute restano il tabacco, l'alcol, la sedentarietà e l'eccesso di sale, che insieme sono responsabili di oltre 16 milioni di morti, ma l'Organizzazione mondiale della sanità lancia l'allarme per i danni legati all'obesità infantile e ricorda che attualmente nel mondo sono obesi ben 42 milioni di bambini sotto i cinque anni di età.



TWITTER

NEWSLETTER

La newsletter di Casagitservizi consente di ricevere tutti gli aggiornamenti del sito.