CASAGIT

Vaccini. Dal 2012 calo costante, a rischio 'immunità gregge'

Vaccini. Dal 2012 calo costante, a rischio 'immunità gregge'

18 gennaio 2016 - Un trend negativo e pericoloso. I medici lanciano l'allarme: dal 2012 ogni anno 3500 bambini in più mancano all'appello dei vaccini obbligatori e ben 10500 a quello dell'immunizzazione contro morbillo, rosolia e orecchioni. I dati diffusi dagli esperti dell'Istituto Superiore di Sanità durante il convegno sui falsi miti dei vaccini, organizzato dall'Ordine Provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri. "L'andamento delle vaccinazioni negli ultimi anni vede un plateau dal 2007, mentre dal 2012 c'è una discesa continua - ha spiegato Caterina Rizzo del Centro Nazionale di Sorveglianza ed Epidemiologia -. Ogni anno per i vaccini cosiddetti obbligatori c'è un -0,7%, che corrisponde a circa 3500 bambini, mentre per il morbillo é ancora maggiore, con 10500 bimbi che mancano all'appello. Se il trend continua rischiamo di perdere l''immunità di gregge', che protegge anche i non vaccinati". Lo scorso anno, ha spiegato Rizzo, ci sono stati appena 18 segnalazioni di effetti avversi ogni 100mila vaccini. Il ministro della Salute Lorenzin, in un messaggio, ha scritto che "la vaccinazione rappresenta uno degli interventi più efficaci per la sanità pubblica per la prevenzione primaria delle malattie infettive. Eppure, nonostante benefici documentati, si sta assistendo a un aumento del numero di genitori che hanno dubbi". Oltre che con campagne sulle famiglie, ha sottolineato Roberto Lala, presidente dell'Ordine, bisogna intervenire sugli operatori della sanità: "Quello che mi spaventa sono i medici, chi si dedica a questa professione dovrebbe sapere quali sono i vantaggi della vaccinazione - ha affermato -. Vediamo recrudescenze di malattie che erano sopite. Cercheremo di attivare procedure informative per ricordare ai medici ciò che in realtà dovrebbero già sapere".


TWITTER

NEWSLETTER

La newsletter di Casagitservizi consente di ricevere tutti gli aggiornamenti del sito.